Pistoiese-poliambulatorio
BASTA POCO COSI
dono al Papa
generale
Maglietta donata a Papa francesco
corso bimbi
sede storica
corso
Servizio civile nazionale
Servizio Regionale Protezione Civile
TRA POCHI GIORNI LA MISERICORDIA DI PISTOIA INCONTRA LA CITTA, CON LA SECONDA EDIZIONE DELL’OPEN DAY
con un cuore gigante giallo e ciano (logo della manifestazione) la Misericordia presenta la II° edizione della manifestazione che si svolgerà nei giorni 14 e 15 maggio presso la “Cattedrale” area ex Breda - via Pertini.a Pistoia
con un cuore gigante giallo e ciano (logo della manifestazione) la Misericordia presenta la II° edizione della manifestazione che si svolgerà nei giorni 14 e 15 maggio presso la “Cattedrale” area ex Breda - via Pertini.a Pistoia
OPEN DAY 2017
Sito Misericordia di Pistoia

Misericordia
di Pistoia


Scarica l'app ufficiale della Misericordia di PistoiaScarica l'app ufficiale della Misericordia di Pistoia

 
LA MISERICORDIA TI OFFRE LA POSSIBILITÀ DI TRASCORRERE UN PERIODO DI VACANZE AL MARE. BUNGALOW ALL'INTERNO DI UN PARCO A POCHI PASSI DAL MARE. AMBIENTE IDEALE PER FAMIGLIE CON BAMBINI O CON PERSONE ANZIANE. CENTRO ESTIVO RONCHI – MARINA DI MASSA - Per info tel.0573 505337 - info@misericordia.pistoia.it

Vantaggi per il donatore

I vantaggi di essere un donatore di sangue

Oltre all’indubbia soddisfazione data dalla consapevolezza di aver compiuto un gesto così importante e ricco di significati sociali-umanitari, il donatore di sangue periodico viene sottoposto a un check-up gratuito che permette di monitorare periodicamente il proprio stato di salute ed essere così un modo di prevenzione ed eventualmente di diagnosi precoce di diverse malattie.

Infatti ogni donatore viene sottoposto a una visita medica che consiste nella misurazione della pressione arteriosa, ascoltazione del torace e del cuore.

Inoltre vengono eseguiti i seguenti controlli di laboratorio:

  • HBsAg: la positività di questo “marker” rivela una possibile epatite B in atto o pregressa; in questo caso viene eseguita la ricerca di altri antigeni ed anticorpi di questo virus
  • HCV Ab: la positività di questo test indica un contatto con il virus dell’epatite C
  • HIV Ab:  la positività di questo test indica un contatto con il virus dell’ AIDS
  • Inoltre per questi tre virus viene eseguita anche la ricerca del genoma virale (DNA o RNA) con tecnica di biologia molecolare con ulteriore sensibilità per rivelare un possibile contatto con questi virus
  • Lue: esame la cui positività rivela un contatto con il batterio della sifilide
  • Transaminasi (ALT): è un enzima contenuto nelle cellule del fegato. Aumentano in caso di danno epatico, dopo sforzi fisici, assunzione di quantità eccessive di alcolici, alimentazione disordinata, dopo assunzione di farmaci di varia natura e dopo una banale influenza. Poiché molte malattie trasmissibili con il sangue provocano un’alterazione della funzione epatica, per l’idoneità alla donazione tale esame deve essere nella norma. Comunque in caso di riscontro di valori elevati delle transaminasi (dopo un colloquio con il medico per capire l’eventuale causa di tale alterazione) il donatore deve eseguire 2 controlli di tale esame a distanza di un mese e se si normalizzano può donare nuovamente. 
  • Esame emocromocitometrico: questo esame determina il numero dei globuli rossi, dei globuli bianchi, delle piastrine e dell’emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi che trasporta l’ossigeno a tutti i tessuti. Questo esame può rivelare un quadro di anemia o possibile presenza di infezioni per alterazioni dei globuli bianchi o quadro di piastrinopenia.

Alla prima donazione vengono eseguiti:

  • Gruppo sanguigno: può essere A, B, AB e O, il fattore Rh che può essere positivo o negativo, il fenotipo e il kell che anch’esso può essere positivo o negativo
  • Test di Coombs: ricerca l’eventuale presenza (test positivo) nel plasma del donatore di anticorpi rivolti verso i globuli rossi che possono distruggere i globuli rossi del ricevente.
  • Radiografia del torace ed elettrocardiogramma per una valutazione dello stato di salute del donatore

Una volta l’anno tra gli esami di laboratorio vengono eseguiti:

  • Glicemia: è il dosaggio del glucosio nel sangue e valori elevati possono evidenziare il diabete
  • Funzione renale: si esegue il dosaggio della creatinina e un suo valore elevato può far sospettare patologie a carico dei reni
  • Colesterolo e trigliceridi: rappresentano il valore dei grassi circolanti e un loro incremento può dipendere da una dieta non equilibrata o da una predisposizione genetica
  • Ferritina: rappresenta il deposito di ferro nel nostro organismo e la sua carenza o eccessivo aumento può predisporre a tipi diversi di malattie (anemia, emocromatosi)
  • Proteine totali e protidogramma: è il dosaggio delle diverse proteine che sono nel sangue e una loro alterazione può sottostare a diverse malattie sia di natura infiammatoria-infettiva che tumorale
  • PT e PTT: sono indici di attività della coagulazione del sangue e si eseguono annualmente nei donatori che vengono sottoposti a donazione in aferesi
  • In aggiunta a questi esami possono eseguiti altri accertamenti su consiglio del medico per valutare l’idoneità alla donazione.


A tutti i donatori lavoratori dipendenti spetta un giorno di riposo retribuito (art.13 e 14 legge n. 107/90).

Torna al menù principale del Gruppo Fratres

 



VENERABILE ARCICONFRATERNITA MISERICORDIA DI PISTOIA VIA DEL CAN BIANCO 35, 51100 PISTOIA TEL. 0573/5050 - CODICE FISCALE 00106890478