Banner
Sito Misericordia di Pistoia

Misericordia
di Pistoia


Scarica l'app ufficiale della Misericordia di PistoiaScarica l'app ufficiale della Misericordia di Pistoia

 
..ISCRIVITI AL PROSSIMO CORSO DI PRIMO SOCCORSO GRATUITO: 15 ottobre "Primo Soccorso livello base". .............
...................................................................................................................CLICCA SUL TASTO E VAI DIRETTAMENTE AI LINK DI ISCRIZIONE ................................................................

quaranta nel 2017 hanno chiesto aiuto al centro antiusura

Attivita' Collateraliá09 GEN 2018

Estratto dal quotidiano "IL TIRRENO" edizione Prato-Pistoia-Montecatini - data 9.1.2017 - pag.II 
In quaranta nel 2017 hanno chiesto aiuto al centro antiusura - di Alessandra Tuci

In quaranta nel 2017 hanno chiesto aiuto al centro antiusura. 

Sempre più critica la situazione di chi si rivolge alla Misericordia soltanto in sette hanno potuto ottenere un finanziamento

Tanti anche nel 2017 i pistoiesi che non riescono a pagare i propri debiti. E che per questo potrebbero finire tra le grinfie degli strozzini. Al Centro Prevenzione usura della Misericordia di Pistoia sono state 40 le persone che lo scorso anno hanno chiesto qualche forma di aiuto. Ma di queste, soltanto 7 hanno potuto aprire una pratica per ottenere un prestito dalle banche grazie alla garanzia della Misericordia: 223.000 gli euro complessivamente erogati. Le altre infatti versavano in situazioni talmente drastiche da non poter avviare neppure avviare la relativaprocedura.

Nella maggior parte dei casi, tra chi è rivolto allo sportello della Misericordia i sono coniugi che hanno acquistato la casa ottenendo un muto grazie al fatto che entrambi avevano un lavoro; ma che poi, dopo che uno dei due è rimasto disoccupato, non hanno più potuto rispettare l'onere delle rate.

Altri casi di sovraindebitamento sono invece causati dal vizio per il gioco d'azzardo, da separazione o divorzio, da malattie di un familiare o, comunque, situazioni tali per cui ri sulta difficile pagare un mutuo.

Il Centro Prevenzione Usura della Misericordia di Pistoia, nato nel 1998, ha l'obiettivo di ascoltare le persone in gravi difficoltà finanziarie ed aiutarle, se possibile, a ricevere un prestito. «Ogni anno facciamo molti colloqui - spiega Franca lacometti, responsabile Centro - Nel 2017 sono state 40 le persone che si sono rivolte a noi: paradossalmente però di pratiche ne abbiamo fatte solo 7: le situazioni erano talmente drastiche che non è stato possibile dare un contributo maggiore. Questo fa emergere una situazione più difficile rispetto agli anni precedenti».

Ma come funziona il Centro? In pratica le persone sovraindebitate si rivolgono al centro e, dopo aver preso un appuntamento, illustrano la propria situazione. Dopodiché, quando vi sono gli estremi per farlo, vengono preparate le richieste di prestito da inoltrare alla Fondazione Toscana Prevenzione Usura che, a sua volta, rilascia una garanzia alla banca convenzionata. Poi bisogna però attendere e vedere se la banca è disposta o meno a concedere il prestito.

Il centro antiusura della Misericordia di Pistoia non eroga infatti direttamente prestiti né dà sussidi. «Ma non è detto che la banca conceda sempre il prestito continua lacometti - Vengono concessi fino a 25.800 euro di prestito alle persone fisiche, rimborsabili fino a 5 anni di tempo, e 50.000 euro alle aziende. Se la persona è proprietaria di un immobile si può arrivare anche a 150.000 euro, o addirittura a 200.000».

Nella maggior parte dei casi accade che, oltre al mutuo della casa, la famiglia si trova nella necessità di acquistare un'auto, oppure una cameretta peri figli. E se a queste spese si aggiungono, ad esempio, anche lavori straordinari al condominio, l'indebitamento arriva ancora più facilmente.

«Queste persone ricevono costantemente telefonate da finanziarie o da agenzie di recupero crediti e si ritrovano a non sapere più cosa fare - conclude lacometti - il sovrindebitamento spesso avviene per un uso non corretto del denaro la fascia d'età più colpita va dai 50 ai 60 anni».

In provincia i Centri antiusura a cui ci si può rivolgere sono in via del Can Bianco, a Pistoia, in via Donatori del Sangue, a Pieve a Nievole, in via Provinciale Lucchese ad Uzzano e via in Empolese a Monsummano.
 




 

 
Nella provincia di Pistoia i Centri di ascolto anti-usura a cui ci si può rivolgere sono:
 
ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA - PISTOIA - Via Can Bianco,35 - 51100 PISTOIA
Telefono 0573 505246 Fax 0573 20321   -     E-mail:sociale@misericordia.pistoia.it
dal lunedi al venerdì ore 9,00 - 12,30
 
Sezione di Misericordia DI PIEVE A NIEVOLE - Via Donatori del Sangue, 16 - 51018 PIEVE A NIEVOLE 
Telefono 0572 80430 Fax 0572 951982 E-mail puntoascoltopieve@virgilio.it
Martedì e Giovedì ore 9 - 12
 
MISERICORDIA CONFRATERNITA DI UZZANO - Via Provinciale Lucchese,281 - 51010 S.LUCIA DI UZZANO (PT) 
Telefono 0572 451078 - 329 8319719 Fax 0572 444808 E-mail antiusura@misericordiauzzano.it
Mercoledì ore 9 - 12
 
Misericordia di Monsummano Terme sezione di Pistoia, via Empolese n.366, 51015 Monsummano Terme
Tel: Telefono 0572.53683
 
Sito della Fondazione Toscana Prevenzione Usura (clicca qui)

presenza sul territorio toscano



VENERABILE ARCICONFRATERNITA MISERICORDIA DI PISTOIA VIA DEL CAN BIANCO 35, 51100 PISTOIA TEL. 0573/5050 - CODICE FISCALE 00106890478 Privacy e Cookie